Come smaltire i rifiuti: farlo in modo corretto

come smaltire rifiuti

Con questo articolo su come smaltire i rifiuti desideriamo incoraggiare le persone a trattare meglio il nostro pianeta. Desideriamo farti considerare gli impatti che puoi determinare all’ambiente, che senza dubbio influenzeranno altre persone, l’acqua e la fauna selvatica.

Vuoi sapere come smaltire i rifiuti?

Se hai intenzione di capire come fare, continua a leggere questo nostro articolo e, dopo averlo letto, sarai certamente più consapevole su come comportarti.

Come smaltire i rifiuti derivanti da spreco umano

Smaltire in modo corretto i rifiuti derivanti dall’uomo è importante per evitare l’inquinamento delle fonti d’acqua, evitare le implicazioni negative del fatto che qualcun altro lo trovi, ridurre al minimo la possibilità di diffondere malattie e massimizzare il tasso di decomposizione.

Nella maggior parte dei luoghi, seppellire ciò che l’uomo getta via è il metodo più efficace per soddisfare i criteri esposti sopra. I rifiuti solidi umani devono essere imballati e trattati secondo norme comunitarie. Le aziende di recupero e smaltimento rifiuti del tuo territorio possono consigliarti regole specifiche per l’area che intendi visitare.

Poiché ogni anno sempre più persone godono di parchi e aree protette, è probabile che imballare i rifiuti umani diventi una pratica più comune per garantire la sostenibilità a lungo termine delle terre che solitamente viviamo in modo condiviso. In alcuni ambienti, in particolare nei fragili contesti alpini, i gestori del territorio possono richiedere che tutti i rifiuti solidi umani siano imballati.

Sono disponibili diversi sistemi di confezionamento, prodotti in commercio, facili da usare e igienici per le attività di escursionismo. Altri sistemi (compresi i servizi igienici riutilizzabili e lavabili) sono più voluminosi e possono essere più adatti per escursioni in canoa o altro.

Dove praticare buche per smaltire i rifiuti

Quando sei in escursione e hai bisogno di lasciare i tuoi rifiuti, pratica un buco nel terreno. Fare un buco nel terreno è il metodo di smaltimento dei rifiuti più ampiamente accettato. Individua uno spazio di terra ad almeno 60 metri (circa 100 passi per adulti con un’altezza tra 150/170 cm) dall’acqua, dai sentieri e dal campo.

Seleziona un sito poco appariscente in cui è improbabile che altre persone camminino o accampino. Con una piccola cazzuola da giardino, scava un buco profondo all’incirca 20/25 cm e 15/20 cm di diametro. Il buco dovrebbe essere coperto e camuffato con materiali naturali una volta terminato il suo utilizzo. Se si campeggia nell’area per più di una notte, o se si campeggia con un gruppo numeroso, i luoghi dove praticare delle buche dovrebbero essere differenti e ampiamente lontani tra loro.

Quindi, in sostanza devi:

  • Selezionare un luogo dove praticare un buco lontano da fonti d’acqua, almeno 60 metri (circa 100 passi per adulti con un’altezza tra 150/170 cm) è l’intervallo consigliato.
  • Cercare sempre un luogo poco appariscente poco visitato dalle persone. Esempi dove fare delle buche possono essere un fitto sottobosco, vicino al legno abbattuto o su dolci pendii.
  • Se campeggi con un gruppo o se si campeggia nello stesso posto per più di una notte, disperdi le buche su un’ampia area; non andare nello stesso posto due volte.
  • Trovare un sito con terreno organico in profondità. Questa materia organica contiene organismi che aiutano a decomporre le feci. Ricorda che un terreno organico è solitamente scuro e ricco di colore. Inoltre, devi sapere che una zona desertica non ha tanto suolo organico quanto un’area boschiva.
  • Se possibile, individua una zona dove riceverà la massima luce solare. Il calore del sole aiuterà la decomposizione dei rifiuti da te creati.
  • Scegli una zona più alta rispetto a dove l’acqua normalmente fluisce. L’acqua non deve fluire in quel luogo anche quando non andrebbe durante il deflusso o le tempeste di pioggia. L’obiettivo qui è di mantenere le feci fuori dall’acqua. Nel tempo, le feci in decomposizione percoleranno nel terreno prima di raggiungere le fonti d’acqua.

Segui questi passaggi per scavare una buca

Solitamente, una piccola spatola da giardino è lo strumento perfetto per scavare una buca nel terreno. Scava il buco profondo 20/25 cm (circa la lunghezza della lama della cazzuola) e 15/20 cm di diametro. In una zona desertica, i rifiuti umani non si biodegradano facilmente perché c’è poco terreno organico per aiutarli a scomporli. Nel deserto, la buca dovrebbe essere profonda solo 15/20 cm. Ciò consentirà al calore e al sole di accelerare il processo di decadimento. Al termine del suo utilizzo, la buca dovrebbe essere riempita con il suo terreno originale e nascosta con materiali nativi.

Evita le aree in cui l’acqua scorre visibilmente, come i lavaggi sabbiosi, anche se al momento sono asciutti. Seleziona un sito che massimizzerà l’esposizione al sole per favorire la decomposizione. Poiché il calore del sole penetrerà nei terreni del deserto di diversi centimetri, alla fine può uccidere gli agenti patogeni se le feci vengono seppellite correttamente. I pendii esposti a sud e le cime delle creste saranno più esposti al sole e al calore rispetto ad altre aree.

Latrine

Sebbene le buche nel terreno siano consigliate per la maggior parte delle situazioni, ci sono momenti in cui le latrine possono essere più applicabili, come quando si campeggia con bambini piccoli o se si rimane in un campo per più di poche notti. Utilizzare criteri simili per selezionare una posizione della latrina come quelli utilizzati per individuare una buca nel terreno.

Poiché questa maggiore concentrazione di feci si decomporrà molto lentamente, la posizione è particolarmente importante. Un buon modo per accelerare la decomposizione e diminuire gli odori è gettare una manciata di terra dopo ogni utilizzo. Chiedi al gestore del territorio che visiti informazioni sulle tecniche di costruzione delle latrine.

Carta igienica

Usa la carta igienica con parsimonia e usa solo marche semplici, bianche e non profumate. La carta igienica deve essere smaltita correttamente! Dovrebbe essere completamente seppellito in una buca nel terreno o inserito in sacchetti di plastica e imballato. La carta igienica naturale è usata da molti campeggiatori da anni.

Se eseguito correttamente, questo metodo è igienico come la normale carta igienica, ma senza i problemi di impatto. I tipi popolari di carta igienica naturale includono pietre, vegetazione e neve. Ovviamente, è necessario un po’ di sperimentazione per far funzionare questa pratica, ma vale la pena provare! Non è consigliabile bruciare la carta igienica nelle buche nel terreno.

Carta igienica in terre aride: mettere la carta igienica in sacchetti di plastica e imballarla come spazzatura è il modo migliore per non lasciare tracce in un ambiente desertico. La carta igienica non deve essere bruciata. Questa pratica può provocare incendi.

Tamponi

Il corretto smaltimento dei tamponi richiede di metterli in sacchetti di plastica e di imballarli. Non seppellirli perché non si decompongono facilmente e gli animali potrebbero dissotterrarli. Ci vorrà un fuoco molto caldo e intenso per bruciarli completamente: i fuochi da campo non sono una soluzione adeguata.

Urina

L’urina ha scarso effetto diretto sulla vegetazione o sul suolo. In alcuni casi, l’urina può attirare animali selvatici attratti dai sali. Possono defogliare le piante e scavare il terreno. Urinare su rocce, aghi di pino e ghiaia ha meno probabilità di attirare la fauna selvatica. Diluire l’urina con l’acqua può aiutare a ridurre al minimo gli effetti negativi.

Conclusione su come smaltire i rifiuti

Qualsiasi persona abituata a fare escursioni ha la responsabilità di pulire prima di andarsene. Dunque, ispeziona il campeggio e le aree di sosta per spazzatura o cibo versato. Sii consapevole di raccogliere tutta la spazzatura e smaltiscila intelligentemente.